Migliari Marco Antonio

Migliari Marco Antonio

Storia del design italiano

Architetto, opera nel campo del disegno industriale

Ricerca e consulenza
Analizza le logiche di sviluppo e l’evoluzione di sistemi di oggetti e di servizi, finalizzate all’innovazione dei prodotti, in particolare nei settori della casa e delle tecnologie. Sviluppa applicazioni merceologiche di nuovi materiali.
Attualmente, in particolare, svolge consulenza per le piccole e medie imprese delle produzioni artistiche, occupandosi del progetto e della gestione della filiera dell’innovazione, dalla ricerca alla distribuzione dei nuovi prodotti.
Le principali attività di consulenza di design hanno riguardato, tra le altre, le aziende: Alessi (dai primi anni Novanta a oggi), Agepe Editore, bulthaup, Candy, Chicco Artsana, Schiavetti, Teflon Finishes Dupont, Unacoma (Associazione Nazionale Costruttori Macchine Agricole).
Ha curato workshop sull’innovazione di prodotto in collaborazione con Alessi, Fiat, Dupont, Landini, Philips, Piaggio.
Dal 1995 al 2013 ha collaborato con Artex (società per la promozione delle produzioni artistiche), con la quale ha sviluppato iniziative inerenti all’innovazione nelle manifatture artistiche, in particolare toscane, tra cui Percorsi di innovazione (2008-09).
Ha proposto e partecipato alla costituzione dell’Osservatorio permanente sul design dell’ADI (Associazione per il Disegno Industriale), che ogni anno seleziona i prodotti facenti parte di ADI Design Index.
Nel settore della distribuzione ha collaborato, negli anni Novanta, alla progettazione del format dei negozi di cucine bulthaup in Italia, che presentavano proposte di arredo per differenti modalità di preparazione del cibo: la cucina della memoria, la cucina razionalista, la cucina tecnologica, gli utensili specializzati, la cultura gastronomica.
Per l’azienda Alessi, nei primi anni Novanta, ha condotto una ricerca sul campo nei più qualificati punti vendita per verificare la connessione tra l’esposizione della merce in negozio e il successo commerciale dei prodotti. I risultati della ricerca sono stati poi utilizzati per definire il modello degli showroom dell’azienda.
Negli anni 2006 - 07 ha collaborato alla ricerca sulle caratteristiche dei centri commerciali naturali in Toscana, intesi come progetto di valorizzazione della distribuzione al dettaglio di qualità all’interno dei centri e dei borghi storici.
Ha collaborato con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la valorizzazione del merchandising dei musei italiani.

Progettazione di eventi
Ha curato e collaborato a interventi culturali per fiere e mostre, tra cui il Salone Internazionale del Mobile di Milano, Eurocucina, EIMA, Eimu, Fuori Salone Zona Tortona, Macef. In particolare, dal 1997 è consulente della fiera Macef, per la quale si occupa della progettazione di eventi e della promozione dei distretti produttivi.
Ha collaborato alla realizzazione della mostra del XVII Compasso d’Oro ADI a Palazzo Reale di Milano, nel 1995.
Ha curato la mostra La bellezza delle cose. Il premio Compasso d’Oro ADI e il design delle Marche, che è stata segnalata nell’ADI Design Index 2004 tra le migliori mostre di design dell’anno.
Dal 2009, è il curatore dell’area Creazioni Designer a Macef, in cui i designer presentano la loro attività e le loro autoproduzioni, per attivare contatti con imprese e commercianti.
Nel 2011, ha curato le mostre Valori plastici e Storie del quotidiano, a Macef, e, in collaborazione con Alceo Serafini, la mostra La bellezza delle cose. Territori di risorse: le Marche, promossa dall’ADI Marche in collaborazione con la Regione Marche e la Camera di Commercio di Ancona.
Nel 2012-13, ha curato per Macef le mostre Muse d’Italia e Storie di cose sostenibili.

Attività di formazione
Ha insegnato, dal 1994 al 2004, all’ISIA di Roma, prima Design e poi Analisi dei sistemi.
Ha insegnato dal 1997 al 2004 Storia degli oggetti all’Istituto Europeo di Design di Milano.
Ha insegnato dal 2002 al 2009 Laboratorio di progettazione alla Facoltà del design del Politecnico di Milano.
Attualmente è docente di Storia del design italiano presso l’università LABA di Brescia.
Si occupa, con sempre maggiore interesse, di formazione per le imprese.

Pubblicistica
È stato redattore della rivista stileindustria, dell’Editoriale Domus (1995 - 1997).
Ha pubblicato oltre cento scritti di design e di storia degli oggetti sulle riviste del settore e in libri, tra cui una sezione del libro di Augusto Morello Cultura di una regione italiana. Le Marche, i Guzzini e il design, Electa, 2002.
È stato coautore:
- con Daniele Calamandrei del libro Learning network. Organizzare la conoscenza nei sistemi di imprese, FrancoAngeli, 2002,
- con Alceo Serafini del libro diSegni del lavoro, Edizioni Tecnoprint, 2011.

È iscritto all’Albo dei giornalisti.

 

© 2015-16 LABA - Libera Accademia di Belle Arti

Form di ricerca

© 2015-16 LABA - All right reserved