Dall' 11 al 19 luglio 2017

EVOLUTION CITY SHOW

EVOLUTION CITY SHOW

da un'idea di Fausto Cabra
produzione CTB Centro Teatrale Bresciano

Evolution City Show, è una performance teatrale itinerante prodotta dal CTB Centro Teatrale Bresciano con il contributo della Regione Lombardia, progetto “Cult City”, con il contributo del Comune di Brescia, il patrocinio della Fondazione Cariplo e in collaborazione con LABA – Libera Accademia di Belle Arti di Brescia.

Evolution City Show si svolgerà dall'11 al 19 luglio (escluso il 16 luglio) percorrendo, con partenza ed arrivo in Piazza della Loggia, un chilometro lungo Via dei Musei: un percorso in cui le stratificazioni temporali della città di Brescia sono ancora ben visibili. L'idea è di raccontare, attraverso la storia di 25 personaggi storici più o meno conosciuti dall'immaginario collettivo, la storia della città dagli albori ad oggi, con uno sguardo al nostro futuro prossimo.

Il pubblico sarà diviso dunque in cinque gruppi tematici che affronteranno questo percorso attraversando cinque diverse traiettorie: la storia di cinque personaggi femminili bresciani, la storia di cinque personaggi maschili brescianila storia di cinque artisti brescianila storia di cinque personaggi Illustri bresciani conosciuti e la storia di cinque personaggi illustri bresciani "sconosciuti"

Strumento innovativo ed indispensabile di questi percorsi sarà un sistema di audio-guide che accompagnerà ciascuno spettatore in un mondo “altro” portandolo ad interfacciarsi in dieci luoghi selezionati e significativi con uomini e donne del passato che hanno segnato la storia di Brescia, le cui storie verranno interpretate e raccontate da dieci attori.

La regia è di Fausto Cabra con la collaborazione di Marco Angelilli e Silvia Quarantini, drammaturgia dei testi di Marco Archetti con la collaborazione di Silvia Quarantini.

Musiche originali composte da Mimosa Campironi, scenografie di Andrea Anselmini Andrea Gentili con la collaborazione degli allievi di Scenografia della LABA Libera Accademia delle Belle Arti.

Cinque spettacoli teatrali, in contemporanea, itineranti nel cuore della città, 10 attori: Valentina Bartolo, Mimosa Campirani, Monica Ceccardi, Alessandro Mor, Alberto Onofrietti, Antonio Palazzo, Franca Penone, Silvia Quarantini, Alessandro Quattro, Francesco Sferrazza Papa interpreteranno 25 monologhi-dialoghi, in 10 luoghi diversi, che racconteranno la città aprendo squarci su epoche diverse.      

01 - STORIA DI DONNE: IL GIARDINO VERDE CHE SOGNAVO PER NOI      
02 STORIA DI UOMINI: IL SECONDO DILUVIO
03 - STORIA D’ARTE: LA VITA E’ MERAVIGLIOSA
04 - STORIA DI ILLUSTRI CONOSCIUTI: ELECTRON BLU
05 - STORIE DI ILLUSTRI SCONOSCIUTI: MONDO NUOVO SENZA PAURA

La durata di ogni percorso sarà di circa un’ora e cinquanta.

Ogni sera sarà possibile partecipare ad un solo percorso; lo spettatore potrà scegliere, previa prenotazione, a quale prendere parte. Sono previste formule facilitate di abbonamento che permetteranno di partecipare a tutti i percorsi in diverse serate.

Per coloro che hanno ridotte capacità motorie si consiglia il percorso BLU 02 - storia di uomini.

01 _ STORIA DI DONNE (percorso rosa)
Il giardino verde che sognavo per noi

Ideazione e regia Fausto Cabra in collaborazione con Silvia Quarantini
Autore Marco Archetti e Silvia Quarantini
Attori Mimosa Campironi e Franca Penone

Brescia, futuro prossimo. Sandra, una giovane donna nel 2068, ci guida in una passeggiata tra vani di Palazzi solitamente inacessibili, cortili di antiche dimore e chiese sconsacrate nel cuore della nostra città, e mentre lei ci chiede di immaginare e vivere con lei la sua storia, noi incappiamo in altre storie di altre donne che affiorano da epoche passate. In questo spettacolo Indaghiamo le storie delle figure femminili che il nostro territorio hanno saputo nutrire, far crescere e sviluppare. Ed è proprio dando la voce alle donne che, inevitabilmente, l’archetipo fondativo si arricchisce del significato più complesso, nel senso cioè di forza propulsiva sempre generatrice, di vita così come di cultura: le donne di questa città hanno difeso, protetto, reinventato la città stessa, e con essa la cultura di tutti noi uomini. Non si è trattato – lo vogliamo ribadire – di un semplice contributo (come troppo spesso si racconta, inserendo la questione in una sottocornice di “apporto vicario”) ma di una storia autonoma, esaltante, viva e portatrice di un segno culturale specifico. Donne-madri, quindi, donne della domus, ma anche donne di battaglia, donne educatrici, donne che resistono. Il femminile come forza mai distruttiva: questo è il grande patrimonio che la loro storia ci consegna.

02 _ STORIE DI UOMINI (percorso blu)
Il secondo diluvio

Ideazione e regia Fausto Cabra in collaborazione con Silvia Quarantini
Autore Marco Archetti
Attori Alberto Onofrietti e Antonio Palazzo

Tra i cortili delle dimore storiche, sbirciando nei giardini in cui un tempo oziava la nobiltà cittadina, ci ritroviamo catapultati nel 2080 e assistiamo alla vicenda surreale dell'ultimo omino sopravvissuto al grande Reset dell'umanità. Quest'ultimo uomo saprà dare seguito ad una nuova era? Nel seguire i suoi passi ci imbattiamo in personaggi che per ragioni diverse sono stati nel passato gli ultimi esponenti o i primi capostipiti di una nuova epoca per la nostra città. In questo spettacolo esploriamo il maschile, i suoi archetipi e i suoi tabù, e ne raccontiamo la forza (in alcuni casi, il furore) affermativo. Non solo, dunque, il Paterno che dà contributo fecondativo e innesca la vita, ma il maschile inteso come potere, gestione del potere, raffigurazione simbolica del potere: portatore, cioè, di saggezze aspre, di un avventuristico senso della “missione” e di uno slancio intrinsecamente offensivo che trova nella politica, nel sesso, nella guerra, ma anche nella techné – intesa come capacità tecnica di produrre, modificando la città – la sua forma espressiva più compiuta.

03 _ STORIA D'ARTE (percorso rosso)
La vita è meravigliosa

Ideazione e regia: Fausto Cabra in collaborazione con Silvia Quarantini
Autore: Marco Archetti in collaborazione con  Silvia Quarantini
Attori: Monica Ceccardi e Alessandro Quattro

Brescia 2075, quella in cui ci addentriamo è una delle prime città sopraelevate, l'espressione più compiuta e solare della nostra civiltà, oggi sappiamo che sognare è nulla realizzare è tutto! Ma quando posiamo i piedi a terra, camminiamo per le strade, attraversiamo le piazze, entriamo nelle chiese o oziamo nei giardini dei palazzi, ecco che allora la bellezza affiora.
Buffo destino, per un’area geografica quale la nostra, da sempre votata – come sosteneva anche Zanardelli – alle scienze esatte e alla sapienza tecnica, ma questo spettacolo, che racconta la vita di artisti che hanno operato nella nostra città nel corso dei secoli, ci sembra molto interessante. Non solo perché imprevedibile per chi considerasse in modo troppo monolitico le nostre vocazioni, ma anche perché attraverso queste figure chiave abbiamo capito meglio cosa ha alimentato il nostro spirito. Ecco dunque figure di uomini e di donne che, grazie all’estasi e alla fatica dell’arte, hanno vinto la solitudine e hanno trovato nelle grazie dell’immateriale la loro dimensione quasi eroica, di trionfo sulla mediocrità e sulla solitudine.
Uomini e donne che, nel corso della storia, si sono distinti nei differenti linguaggi artistici: l'arte musiva, la poesia, la pittura, il teatro, la musica.

04 _ STORIE DI ILLUSTRI CONOSCIUTI (percorso verde)
Electron blue

Ideazione e regia: Fausto Cabra in collaborazione con Silvia Quarantini
Autore: Marco Archetti in collaborazione con Silvia Quarantini
Attori: Valentina Bartolo, Alessandro Mor e Silvia Quarantini

Brescia 10 luglio 2065, passeggiare è un atto da ribelli, passeggiare di notte è da sovversivi. Ci addentriamo in chiese sconsacrate, nei vicoli per raggiungere i ruderi, ci nascondiamo dentro i cortili più antichi, cerchiamo rifugio nei palazzi abbandonati e un'insperata felicità nei giardini delle antiche dimore nobiliari. Passeggiamo alla ricerca di qualcuno che sappia ancora sorprenderci, così emergono dal passato voci conosciute ma spesso inascoltate.
Questo è il filone più "politico” di questo viaggio teatrale, nato dalla considerazione che la costruzione di un’identità non può prescindere da ciò che, nel corso della Storia, nelle sue epoche, nelle sue manifeste cause e nelle più imprevedibili conseguenze, un gruppo di persone abbia deciso, voluto e potuto essere collettivamente, barcamenandosi e procedendo attraverso pace e guerra, sfida e resa, progresso e regresso, affinando nel travaglio morale, intellettuale e civile la propria autorappresentazione. È, insomma, un viaggio attraverso le ragioni e le necessità, il sangue e la luce, le tenebre e lo splendore.

05 _ STORIE DI ILLUSTRI SCONOSCIUTI (percorso giallo)
Mondo nuovo senza paura

Ideazione e regia: Fausto Cabra in collaborazione con Silvia Quarantini
Autore: Marco Archetti in collaborazione con Silvia Quarantini
Attori: Valentina Bartolo e Francesco Sferrazza Papa

Brescia ottobre 2065, il centro storico, dopo il terremoto, è ormai un cumulo di macerie, il tempo è sospeso. I tecnici fanno i rilievi per capire quanto sia ancora pericolosa la situazione, arriverà mai la pace? Questo è il filone più tragico, quello in cui raccontiamo la dismisura tra gli Eventi storici e la piccolezza dell’individuo, l’arrabattarsi di quelle piccole formiche che già celebrava Bianciardi ne La vita agra, le quali portano su di sé – loro sì – il peso del mondo, spesso in una dimensione di epica involontaria. I sopravvissuti testimoniano così il loro coraggio e la forza istintiva di aggrapparsi alla vita, uomini e donne non conosciuti e non riconosciuti dalla storia ufficiale, che, spesso inconsapevolmente, hanno agito nella storia stessa. Un percorso che parte dal futuro e a ritroso si addentra nel passato, attraversa il 900 per arrivare a perdersi nelle figure leggendarie dei fondatori della nostra città. lo spettatore viene accompagnato in un percorso che si snoda tra chiese sconsacrate, palazzi solitamente inaccessibili e cortili privati, anche questi luoghi sono testimoni della nostra storia.


Progetto realizzato nell'ambito di "Cult City" con il contributo di Regione Lombardia
Con il patrocinio di Fondazione Cariplo

In collaborazione con LABA - Libera Accademia di Belle Arti
Si ringrazia: Biblioteca Queriniana - CAUTO/Spigolandia - Fondazione Brescia Musei - Fondazione Casa Industria - Fondazione Provincia di Brescia Eventi 
- Impresa edile Gaidoni - Missionari Saveriani Brescia - Scena Sintetica

Ingresso spettacolo
Intero € 10,00 – Ridotto € 8,00 (under 25 anni – over 65)
Abbonamento a 5 spettacoli: prezzo fisso € 20,00. L’abbonamento prevede la scelta del percorso e della data contestualmente all’acquisto.
I biglietti e l’abbonamento acquistati on-line vanno convertiti in biglietti alla biglietteria del Punto vendita di Piazza della Loggia a partire dalle ore 18.00. 

© 2015-16 LABA - Libera Accademia di Belle Arti

Search form

© 2015-16 LABA - All right reserved